Fillers

labbraSi tratta di iniezioni intra dermiche di acido ialuronico (es. Juvederm, Juvederm Ultra, Voluma, Restylane, Stilage) o collagene (ad es Evolence) per distendere riempiendole rughe e pieghe della pelle.

E’ sempre buona norma chiedere quale prodotto il Chirurgo vi inietterà: la sicurezza e il prezzo dello stesso infatti dipendono da questo !

 

Il metodo più popolare per ridurre le rughe utilizza filler iniettabili per levigare e distendere le rughe, zampe di gallina, linee del sorriso, codice a barra, alcuni tipi di cicatrici infossate, le guance, gli zigomi e le labbra. Il filler viene iniettato utilizzando un ago sottile, fino a quando le linee del viso e le rughe sono riempite. Diverse sostanze sono usate come riempitivi.

 

L’acido ialuronico è il filler dermico più comunemente usato. Il Dr. Grassetti utilizza solo fillers temporanei seppur a lunga durata, sia perché ha sperimentato gli esiti dei fillers permanenti, sia perché crede che quest’ ultimi possano lasciare il viso disarmonico in futuro: per esempio le labbra di un 30enne non saranno adeguate a un 60enne.

Esistono in commercio tre tipi di acido ialuronico. I prodotti a bassa densità sono indicati per correggere le rughe del labbro superiore e le zampe di gallina prioritarie. Si dissolvono in circa 3 mesi. I prodotti a media densità si utilizzano per il riempimento delle labbra e delle rughe profonde; hanno una permanenza di 5 mesi circa. I prodotti ad alta densità sono utilizzati per il trattamento dei solchi naso-labiali. Esistono acidi ialuronici ancora più densi e duraturi per il riempimento degli zigomi e il ripristino dei volumi del volto.

Un’alternativa più naturale e semipermanente è il trasferimento di grasso autologo per le labbra e le rughe più profonde, ma questo richiede sempre l’ambiente più sterile ed adeguato della sala operatoria (LIPOFILLING).

 

Risultati

Il risultato dipende dal tipo di prodotto utilizzato e dall’ entità del difetto iniziale, con una permanenza media di diversi mesi. L’effetto è subito visibile dopo il trattamento ed è migliore nelle pieghe naso-labiali, labbra e zigomi. Risultati più discreti si ottengono nella correzione delle zampe di gallina e nelle rughe frontali e glabellari, dove invece trova più ampia indicazione l’iniezione di tossina botulinica

 

Possibili effetti collaterali

Gonfiore transitorio, rossore, ecchimosi (piccoli lividi) minimizzabili con l’applicazione di ghiaccio subito dopo il trattamento e comunque risolvibili in 24-48 h. Talvolta possibilità di distribuzione non uniforme del prodotto con nodularità visibile o palpabile, ma comunque reversibile. Molto raramente possono comparire reazioni granulomatose localizzate o infezioni batteriche, minimizzabili con l’ esecuzione del trattamento in ambiente ospedaliero.

 

Controindicazioni

Non sono candidati all’ iniezione dei fillers i pazienti con tendenza a sviluppare cicatrici cheloidee, in gravidanza o allattamento, con ipersensibilità al prodotto o soggetti che hanno processi infiammatori in atto sulla cute da trattare.

Video

TOP