Biorivitalizzazione

botulino1La biorivitalizzazione è un trattamento di medicina estetica che ha lo scopo di contrastare e prevenire il processo di invecchiamento cutaneo attraverso un’efficace stimolazione dell’attività metabolica dei fibroblasti, determinando un aumento dell’idratazione cutanea, del tono e del turgore della pelle e svolgendo un’azione protettiva nei confronti dei radicali liberi.

L’invecchiamento ha inizio quando la pelle, raggiunta la piena maturità morfologica e funzionale, presenta i primi segni di decadimento, che possono evidenziarsi a qualsiasi età soprattutto con la comparsa di rughe, cedimenti del derma o alterazioni della forma del volto.

Il trattamento di tali alterazionisi affronta prevalentemente stimolando il derma, migliorando il turn-over cellulare e stimolando i fibroblasti a livello del derma in modo da incrementare l’ elastina e il collagene, riempiendo le aree depresse, ottimizzando l’incremento dell’ acido ialuronico e di altri elementi come i glucosoaminoglicani. E’ inoltre fondamentale combattere la formazione dei radicali liberi, prodotti del metabolismo cellulare che accentuano l’invecchiamento cutaneo. La Bio-stimolazione è pertanto un trattamento medico-estetico per recuperare e mantenere la giovinezza della pelle, nonché per prevenirne l’invecchiamento, attraverso la ricostruzione/riorganizzazione della struttura della pelle; la procedura migliora l’elasticità ed il turgore del tessuto cutaneo, aumenta visibilmente la tonicità della pelle e contrasta l’azione dei radicali liberi.

La biostimolazione determina: un’azione immediata di richiamo di acqua nei tessuti (è l’effetto maggiormente visibile nei primi trattamenti con il risultato di distendere i tessuti); la stimolazione dei fibroblasti nel numero e nell’attività di produzione di maggiori quantità di collagene (azione questa che richiede un tempo di circa 80 – 90 giorni necessari dalla prima infiltrazione per il raggiungimento delle adeguate concentrazioni attive); azione anti Radicali Liberi, prodotti dagli innumerevoli fattori inquinanti, stressogeni, alimentari e non ultimo dalle radiazioni solari.

Procedura

Previa applicazione di un mix di anestetici locali in crema per almeno 10 minuti e disinfezione della cute, si procede al rilascio delle sostanze utili, subito al di sotto dell’epidermide della ruga con un ago monouso sottilissimo. La durata totale non supera i 15 minuti. Immediatamente dopo il trattamento sarà possibile riprendere la normale vita professionale e familiare. A fine trattamento residuerà per qualche ora un lieve turgore (pomfi) nelle sedi di inoculo. Anche se evenienza rara, è possibile la presenza in alcuni punti di piccolissime ecchimosi di spontanea risoluzione in 24-48 ore. 
Le sostanze utilizzate devono avere proprietà di rigenerazione tissutale e stimolare il fibroblasto nelle sue funzioni. L’organismo, quindi, grazie alla disponibilità dei costituenti necessari sarà in grado di riattivare i processi metabolici locali e di risparmiare energia per la sintesi del collagene e dell’elastina. Risultato: aumento del rinnovamento cellulare e del ringiovanimento tissutale.

Quali sono i prodotti che in genere vengono utilizzati per la biostimolazione

•Acido ialuronico a bassa densità (E’ l’elemento fondamentale ed essenziale per l’effetto finale)

•aminoacidi precursori del collagene, dell’elastina e dei glicosaminoglicani

•vitamine

•PDRN (polidesossiribonucleotide)

sono queste le sostanze che hanno dimostrato di avere un razionale scientifico favorendo le capacità rigenerative e secretive dei fibroblasti ed esercitando un’azione antiradicalica.

Dove e quando

Le iniezioni nello spessore della cute del viso ed eventualmente anche del collo vengono effettuate con un ago molto sottile e sono generalmente ben tollerate.

Molte pazienti eseguono sedute di biostimolazione con acido ialuronico prima della vacanze estive o della settimana bianca in modo da consumare il prodotto durante le stesse e non avere così il fotoinvecchiamento consumando il loro naturale acido ialuronico: questo è un nuovo concetto di fotoprotezione attiva che sta arrivando in Italia dagli Stati Uniti.

Che differenza c’è tra una biostimolazione ed un trattamento con un filler

Il filler è un trattamento riempitivo (dell’ inglese to fill = riempire) nel senso che si iniettano acido ialuronico o altre sostanze sottoforma di gel, sollevando il fondo della ruga.
 Con la biostimolazione, si utilizza un farmaco che è un precursore del collagene e dell’acido ialuronico ed ha notevole potere idratante cioè di richiamo d’acqua che a lungo andare tende a rigenerare il fondo della ruga.

Risultato

La cute risulterà più fresca, morbida, levigata. Verrà ripristinata l’armonia delle forme del viso. Rugosità ed inestetismi, provocati dall’azione del tempo, verranno migliorati ed appianati. I risultati sono immediati. Poichè le cause dell’invecchiamento cutaneo dovute a Sole e all’ azione del tempo non possono essere fermate, è importante comprendere che non è sufficiente un singolo trattamento per mantenere la pelle sana e bella nel tempo

TOP